tecnologie innovative

Per introdurre nuove soluzioni tecnologiche e impiantistiche, nuovi strumenti e metodologie finalizzate al miglioramento dell’affidabilità degli impianti e quindi della qualità del servizio, Terna impegna prevalentemente tecnici interni che, attraverso un attento monitoraggioInsieme di azioni per individuare l'attuale stato di funzionamento di un sistema elettrico.Numero medio di disalimentazioni per utente di rete (N)Il numero medio di disalimentazioni per utente della rete direttamente connesso alla RTNè definito dalla seguente formula: Numero medio di disalimentazioni per utente= Dove la sommatoria è estesa a tutte le disalimentazioni accadute nel periodo e/o nell’anno solare e nell’area, e dove: • Ui è il numero di utenti coinvolti nella i-esima disalimentazione considerata • Utot è il numero totale degli utenti direttamente connessi alla RTN durante l’anno solare. Ui Utot n i=1 e un’analisi del comportamento di apparecchiature e impianti, sono alla continua ricerca di migliorie. Terna si avvale anche del supporto specialistico dei costruttori, delle Università e della collaborazione del CESI S.p.A., un centro di ricerca specializzato di cui possiede una partecipazione del 24,4%.

La pianificazione e la realizzazione di nuove linee e stazioni sono attività essenziali per mantenere il sistema elettrico adeguato agli sviluppi della generazione e del consumo di energia. Terna è impegnata a ricercare, tra le soluzioni tecnicamente soddisfacenti, quelle che garantiscono un’utilità economica per la collettività. In particolare, Terna verifica che il beneficio di un intervento di sviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete. in termini di riduzione dei costi elettrici per la collettività superi il costo di realizzazione dell’opera.

Condividi contenuti