Terna fornisce, quando opera in regime di concessione, un servizio di interesse collettivo. La società rappresenta pertanto uno stakeholderTutti coloro (persone, gruppi, organizzazioni, istituzioni) che hanno interesse per l’operato dell’impresa, a maggior ragione se tale operato produce nei loro confronti un impatto diretto sul piano economico – come per gli azionisti, i dipendenti, i clienti e i fornitori – ma anche se la relazione è più indiretta e lontana, come nel caso dell’interesse della collettività alla preservazione dell’ambiente. fondamentale, sia quando intesa in senso generale, come destinataria del servizio di Terna, sia nelle dimensioni locali direttamente interessate da progetti di investimento nello sviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete. della rete di trasmissioneAttività di trasporto e di trasformazione dell’energia elettrica sulla Rete interconnessa ad alta e altissima tensione ai fini della consegna ai clienti, ai distributori e ai destinatari dell’energia autoprodotta.. Per questi aspetti si rimanda ai paragrafi "Contesto, modalità di gestione e obiettivi" dei capitoli sulla responsabilità del servizio elettrico e sulla responsabilità ambientale.

La realizzazione di nuove linee elettriche non implica la necessità di dover fisicamente spostare cittadini o intere comunità, ma solamente un utilizzo di terreno, di solito agricolo, per una superficie variabile da circa 30 a circa 250 metri quadri per ogni traliccio. Per ottenere la disponibilità del suolo, Terna è autorizzata dalla legge (Legge 1775 del 1933; DPR 327/2001 Testo unico sugli espropri) a seguire una procedura di esproprio.
Tuttavia, Terna ricorre normalmente alla pratica dell'asservimento amichevole, che prevede il riconoscimento di un'indennità una tantum per il diritto al passaggio dell'elettrodotto su fondi privati (realizzazione dei sostegni, attraversamento aereo dei conduttori, posa dei cavi interrati). Per il proprietario, il terreno rimane utilizzabile nei limiti dell'ingombro fisico dei tralicci; in caso di smantellamento delle linee i terreni rientrano nella piena disponibilità dei proprietari.
Solo in pochi casi, la ricerca di una soluzione consensuale non porta al risultato voluto, richiedendo l'imposizione di misure coattive. Per esempio, nel triennio 2005-2007, si sono costruiti elettrodotti per circa 300 km, che hanno comportato la costituzione di servitù di elettrodotto per circa 3.000 proprietari dei terreni interessati; solamente per il 20% dei casi è stato necessario ricorrere a una procedura coattiva.
Nel caso della costruzione di una stazione, il cui ingombro è notevolmente più ampio, Terna procede di norma all'acquisto del terreno necessario.

In termini generali, anche in relazione al ruolo di servizio alla collettività e del contesto regolamentare in cui opera, Terna annette grande importanza al rispetto delle leggi e dei regolamenti che la riguardano.
Gli indicatori SO7 e SO8, che rilevano l'assenza di azioni legali per concorrenza sleale, anti trust e pratiche monopolistiche, nonché di sanzioni amministrative o giudiziarie significative, testimoniano che la correttezza dei comportamenti ha anche un riscontro oggettivo.
Nella relazione con le istituzioni, Terna si attiene alle prescrizioni del proprio Codice EticoÈ spesso definito “Carta istituzionale dell’impresa”, in quanto rappresenta il fondamento della sua cultura e rende esplicito l’insieme dei diritti e doveri e le aree di responsabilità che l’impresa si impegna a rispettare nei confronti dei suoi stakeholder; è un documento ufficiale, sottoscritto dal CdA, che richiede il rispetto di tutti i collaboratori., che affronta in modo specifico il tema della corruzione e del rapporto con i partiti politici. Su quest'ultimo aspetto, il Codice esclude espressamente la sovvenzione a partiti politici e loro esponenti. Per quanto riguarda la corruzione, le disposizioni del Codice Etico sono integrate dalle procedure del Modello 231Il Modello 231 prende il nome dal Decreto Legislativo 231 del 2001, che impone una responsabilità alle imprese per alcuni reati commessi da amministratori, dipendenti o collaboratori nell’interesse o a vantaggio delle imprese stesse. Il Modello è un insieme di linee guida, procedure, impegni formativi e meccanismi di controllo orientati alla prevenzione del rischio di commissione di particolari reati (per es., reati di corruzione di pubblici amministratori, reati societari, reati contro la personalità individuale, reati di market abuse). Di fatto, si configura come un sistema integrato di prevenzione di specifici rischi; se articolato secondo le indicazioni della legge, tale sistema (“Modello 231”) può anche evitare all’azienda sanzioni – o ridurne l’entità – nel caso in cui vengano comunque commessi i reati previsti., un sistema di controlloInsieme di sistemi di calcolo, linee di trasmissione dati e apparati che rendono possibile il controllo,in sicurezza ed economia, dell’intero sistema elettrico. Sistema di Supervisione e Acquisizione dati (SCADA) Sistema computerizzato per il controllo della produzione e trasmissione, con funzioni di acquisizione dati e di interfaccia uomo-macchina, per presentare i dati agli operatori dei centri di controllo. che identifica le attività aziendali a rischio e mette in atto una serie di misure preventive, inclusa la formazione e l'istituzione di un apposito Organo di vigilanza. Sul Modello e la sua evoluzione si rimanda al paragrafo "Struttura di governance" del Profilo di Terna. Gli indicatori SO2 e SO4 rendono conto della attività di monitoraggioInsieme di azioni per individuare l'attuale stato di funzionamento di un sistema elettrico.Numero medio di disalimentazioni per utente di rete (N)Il numero medio di disalimentazioni per utente della rete direttamente connesso alla RTNè definito dalla seguente formula: Numero medio di disalimentazioni per utente= Dove la sommatoria è estesa a tutte le disalimentazioni accadute nel periodo e/o nell’anno solare e nell’area, e dove: • Ui è il numero di utenti coinvolti nella i-esima disalimentazione considerata • Utot è il numero totale degli utenti direttamente connessi alla RTN durante l’anno solare. Ui Utot n i=1 sulla corruzione e sulla assenza di episodi di corruzione a livello di Gruppo.

Il Codice Etico, applicato integralmente sia in Italia sia in Brasile, è reperibile sul sito internet di Terna (www.terna.it) nella sezione Investor Relations/Corporate GovernanceÈ la forma di governo dell’impresa, ossia l’insieme dei rapporti tra i dirigenti, gli amministratori, gli azionisti e le altre parti interessate all’azienda..
Anche il Modello 231 è disponibile nella stessa sezione; la sua applicazione è integrale in Italia, mentre la sua estensione al Brasile è in fase di implementazione.

Terna considera inoltre parte integrante delle proprie attività la definizione e la messa in atto di iniziative di valore sociale, umanitario e culturale, come elemento di partecipazione alla crescita civile delle comunità in cui opera.

La responsabilità organizzativa per gli aspetti di responsabilità sociale trattati in questa sezione è identificabile:

  • nella direzione Sicurezza Aziendale;
  • nella funzione Audit, per il monitoraggio e per il programma di azioni di controllo interno e come riferimento per l'applicazione del Modello 231;
  • nelle direzioni che sovrintendono alla diffusione interna delle novità normative e regolamentari e forniscono indicazioni sulla loro corretta applicazione: Direzione Affari Regolatori, Direzione Segreteria

Societari e Legale, Direzione Relazioni Istituzionali, Direzione Sicurezza Aziendale.

La sensibilizzazione interna è sostenuta da azioni di formazione sulle implicazioni del Modello 231 e di diffusione del Codice Etico a tutti i dipendenti; quest'ultima costituisce un obiettivo specifico per il 2008.

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina