ITALIA, HUB ELETTRICO PER IL MEDITERRANEO

ITALIA, HUB ELETTRICO PER IL MEDITERRANEO

La rete di trasmissioneAttività di trasporto e di trasformazione dell’energia elettrica sulla Rete interconnessa ad alta e altissima tensione ai fini della consegna ai clienti, ai distributori e ai destinatari dell’energia autoprodotta. dell'energia elettrica italiana è interconnessa con l'estero
attraverso 18 linee, di cui 16 sull'arco alpino (4 Francia, 9 Svizzera, 1 Austria, 2 Slovenia), 1 sottomarina con la Grecia, 1 sottomarina con la Corsica (Sar.Co).
Le interconnessioni elettriche rivestono un importante ruolo strategico per l'Italia in quanto contribuiscono a:

  • rafforzare la sicurezza di approvvigionamento e di esercizioUtilizzazione metodica degli impianti di potenza e accessori secondo procedure codificate in attuazionedelle determinazioni della gestione della Rete. Dell’esercizio fanno parte: • la conduzione degli impianti per l’attuazione delle manovre ordinate da Terna e delle consegne autonome; • il pronto intervento a seguito di guasto o anomalia; • le manovre per la messa fuori servizio e in sicurezza degli impianti; • il monitoraggiodello stato degli impianti; • le ispezioni sugli impianti. del sistema elettrico nazionaleIl sistema elettrico nazionaleè costituito dall’insieme degli impianti di produzione, dalle reti di trasmissione e distribuzione, dai servizi ausiliari e dai dispositivi di interconnessione e dispacciamento ubicati sul territorio italiano.;
  • aumentare la concorrenza nel mercato elettricoÈ inteso come l’insieme del Mercato dell’energia e del Mercato per il Servizio di Dispacciamento (MSD). nazionale;
  • consentire l'importazione di energia elettrica a prezzi inferiori a vantaggio delle imprese e delle famiglie italiane;
  • differenziare le aree e le fonti di approvvigionamento, in particolare riducendo la dipendenza dal gas.

Per lo sviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete. e il rafforzamento delle interconnessioni Terna ha programmato nel Piano di Sviluppo 2008-2012 la realizzazione di opere per un valore complessivo di circa 1 miliardo e 150 milioni di euro.

L'Italia grazie alla sua posizione e alle sue caratteristiche geografiche rappresenta l'hub elettrico ideale per i Paesi delle regioni del Sud Est Europa e del Nord Africa che si affacciano sul Mediterraneo. Al fine di promuovere la realizzazione di interconnessioni con queste regioni e rafforzare il ruolo strategico dell'Italia, Terna sta perseguendo una intensa attività di sviluppo e collaborazione con le istituzioni e gli operatori elettrici locali:

Sud Est Europa

  • completato a maggio 2008 lo studio di fattibilità relativo alla nuova interconnessione sottomarina tra Italia e Montenegro congiuntamente alla società elettrica locale e firmato nel dicembre del 2007 un accordo tra i Governi di Italia e Montenegro di supporto all'iniziativa;
  • in corso lo studio di fattibilità relativo alla nuova interconnessione sottomarina tra Italia e Croazia, a valle dell'accordo firmato ad ottobre 2007 tra Terna e HEP OPS;
  • siglato accordo di cooperazione con il gestore rumeno della rete Transelectrica per lavorare a nuove infrastrutture di trasmissione sul confine Romania-Moldova;
  • in esecuzione contratti di assistenza tecnica e advisory a favore di stakeholderTutti coloro (persone, gruppi, organizzazioni, istituzioni) che hanno interesse per l’operato dell’impresa, a maggior ragione se tale operato produce nei loro confronti un impatto diretto sul piano economico – come per gli azionisti, i dipendenti, i clienti e i fornitori – ma anche se la relazione è più indiretta e lontana, come nel caso dell’interesse della collettività alla preservazione dell’ambiente. istituzionali locali ed investitori in Albania, Bosnia-Herzegovina, Kosovo;
  • Terna è il coordinatore del gruppo dei gestori di rete dell'area balcanica e sta contribuendo in modo significativo alla definizione ed all'implementazione delle disposizioni comunitarie in tema di mercato elettrico e scambi di energia con l'Italia;
  • Terna sta valutando con alcuni governi dell'area le modalità di un suo possibile coinvolgimento diretto nello sviluppo delle reti di trasmissione locali;

Nord Africa

  • completato lo studio di fattibilità relativo alla nuova interconnessione sottomarina tra Italia e Tunisia e siglato accordo intergovernativo per la sua realizzazione;completati studi di fattibilità per la realizzazione di interconnessioni con Algeria e Libia.

 

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina