VALCAMONICA: PRESENTAZIONE ALLE AMMINISTRAZIONI LOCALI

Il 22 settembre 2007 Terna ha dato ufficialmente il via ai lavori di razionalizzazione della rete elettricaInsieme di impianti, linee e stazioni per la movimentazione di energia elettrica e la fornitura dei necessari servizi ausiliari. in Valcamonica durante un convegno in cui sono intervenuti i principali esponenti delle Amministrazioni locali coinvolte. Il progetto di razionalizzazione prevede l’abbattimento di 160 km di linee e tralicci obsoleti e la trasformazione in cavo interrato di 110 km di rete elettrica, a 220 kV(kilovolt=1.000 Volt) unità di misura della tensione. e 132 kV. La razionalizzazione delle infrastrutture elettriche nelle valli è stata resa possibile dalla costruzione dell’elettrodotto di interconnessione a 380 kV San Fiorano-Robbia, una delle opere più importanti progettate e realizzate nel sistema elettrico italiano da Terna, entrata in esercizioUtilizzazione metodica degli impianti di potenza e accessori secondo procedure codificate in attuazionedelle determinazioni della gestione della Rete. Dell’esercizio fanno parte: • la conduzione degli impianti per l’attuazione delle manovre ordinate da Terna e delle consegne autonome; • il pronto intervento a seguito di guasto o anomalia; • le manovre per la messa fuori servizio e in sicurezza degli impianti; • il monitoraggiodello stato degli impianti; • le ispezioni sugli impianti. nel 2005. Il progetto, per un investimento complessivo pari a 155 milioni di euro, è il risultato di una strategia di attenzione a territorio, comunità e ambiente condivisa con le Istituzioni locali. Per coniugare al meglio l’esigenza di sviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete. della rete e la riduzione degli impianti obsoleti sul territorio, anche a livello di impatto ambientale, Terna ha infatti sottoscritto un Accordo di Programma che prevede gli interventi di razionalizzazione della rete elettrica nell’area. I firmatari dell’Accordo sono stati Terna, il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Lombardia, le Province di Brescia e Sondrio, le Comunità Montane della Valcamonica e della Valtellina di Tirano, il Parco dell’Adamello, i Comuni di Sellero, Cedegolo, Cevo, Berzo, Demo, Sonico, Malonno, Corteno, Golgi, Edolo, Tovo S. Agata, Lovero, Sernio, Tirano, Villa di Tirano.

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina