IL MEETING ANNUALE WE:ME DEL 2007 DEDICATO ALLA SOSTENIBILITÀ

Con l’obiettivo di arricchire i flussi di comunicazione interna, Terna ha organizzato per il secondo anno consecutivo il “We:Me meeting”, evento dedicato ai circa 500 quadri e dirigenti della Società. L’edizione 2007 ha colto l’opportunità per concentrarsi sull’impegno a favore della sostenibilità. Il discorso di apertura del Presidente Roth ha sottolineato il nesso tra sostenibilità e responsabilità nel lavoro di tutti i giorni.
L’Amministratore Delegato Cattaneo ha richiamato l’importanza del rispetto dell’ambiente per la realizzazione del Piano di SviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete.. Un esempio concreto dell’approccio di sostenibilità adottato da Terna è stato fornito dall’illustrazione del progetto SA.PE.I. Il SA.PE.I. è il cavo sottomarino in corrente continua che collegherà entro il 2010 la Sardegna alla penisola italiana nei pressi di Latina, una delle opere strategiche più importanti programmate da Terna per potenziare il sistema elettrico nazionaleIl sistema elettrico nazionaleè costituito dall’insieme degli impianti di produzione, dalle reti di trasmissione e distribuzione, dai servizi ausiliari e dai dispositivi di interconnessione e dispacciamento ubicati sul territorio italiano.. Il SA.PE.I. è stato progettato e costruito adottando particolare attenzione all’ambiente, prevedendo tra l’altro:

  • uno studio dell’interazione tra il cavo elettrico sottomarino e biodiversità, con riferimento alla protezione delle colonie di Posidonia sul tragitto del cavo e al suo passaggio all’interno del Santuario dei Cetacei, un Parco Marino istituito nel 1999 che comprende la zona di mare racchiusa tra Tolone-Sardegna-Argentario;

  • la posa nella sezione terrestre, che attraversa una zona boscosa, effettuata riducendo il numero di alberi tagliati a soli 3 esemplari a fronte dei 53 per i quali era stato autorizzato il taglio;

  • l’installazione del cavo, nelle vicinanze della costa, mediante una speciale perforazione teleguidata di circa mezzo chilometro per non intaccare le dune presenti nell’area e non favorire processi di erosione.

L’illustrazione di questi aspetti ha consentito Image
di mettere in luce l’approccio di Terna
alla realizzazione di grandi infrastrutture nel rispetto dell’ambiente, e di sottolineare come tale approccio non permetta scorciatoie e richieda, invece, grande coerenza da parte di tutti ll’interno dell’Azienda.

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina