Performance e obiettivi

Aree obiettivo/risultatoRisultati 2006Obiettivi 2007Risultati 2007Obiettivi 2008
GOVERNANCE E ASPETTI GENERALI
  • Adeguamento governance a Codice autodisciplina a l. 262
  • Nuovo Codice EticoÈ spesso definito “Carta istituzionale dell’impresa”, in quanto rappresenta il fondamento della sua cultura e rende esplicito l’insieme dei diritti e doveri e le aree di responsabilità che l’impresa si impegna a rispettare nei confronti dei suoi stakeholder; è un documento ufficiale, sottoscritto dal CdA, che richiede il rispetto di tutti i collaboratori. (dicembre 2006)
  • Diffusione Codice Etico e cultura sostenibilità
  • Avvio processo ascolto-confronto con stakeholderTutti coloro (persone, gruppi, organizzazioni, istituzioni) che hanno interesse per l’operato dell’impresa, a maggior ragione se tale operato produce nei loro confronti un impatto diretto sul piano economico – come per gli azionisti, i dipendenti, i clienti e i fornitori – ma anche se la relazione è più indiretta e lontana, come nel caso dell’interesse della collettività alla preservazione dell’ambiente.
  • Ricognizione rischi socio-ambientali
  • Diffusione Codice Etico rinviata al 2008 Realizzata convention aziendale sulla sostenibilità
  • Parziale avvio processo coinvolgimento stakeholder
  • Ricognizione effettuata (Vigeo)
  • Campagna di diffusione Codice Etico
  • Incontri con stakeholder su Rapporto di sostenibilitàprosecuzione processo coinvolgimento stakeholder
  • Revisione raccolta dati CSR di Terna Part.
RESPONSABILITÀ SERVIZIO ELETTRICO
  • Indicatori qualità del servizio sopra target
  • Avanzamento Piano di sicurezza secondo programma
  • Rispetto dei target per gli indicatori di continuità
  • Avanzamento Piano di sicurezza secondo programma
  • Rispetto dei target salvo indicatore Energia non fornita
  • Avanzamento Piano di sicurezza secondo programma
  • Rispetto dei target indicatori di continuità Avanzamento Piano di sicurezza secondo programma
RESPONSABILITÀ ECONOMICA
  • Redditività aziendale(1) Realizzazione investimenti di sviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete. rete(1)
  • Contenimento costi di trasmissioneAttività di trasporto e di trasformazione dell’energia elettrica sulla Rete interconnessa ad alta e altissima tensione ai fini della consegna ai clienti, ai distributori e ai destinatari dell’energia autoprodotta.(1)
  • Allargamento base fornitori(2)
  • Redditività aziendale
  • Realizzazione investimenti di sviluppo rete
  • Contenimento costi di trasmissione
  • Redditività aziendale(1)
  • Realizzazione investimenti di sviluppo rete(1)
  • Contenimento costi di trasmissione(1)
  • Redditività aziendale Realizzazione investimenti di sviluppo rete Contenimento costi di trasmissione
RESPONSABILITÀ AMBIENTALE
  • Avvio processo di certificazione ISO 14001
  • Certificazione ISO 14001 Definizione piano di contenimento perdite SF6
  • Studio fattibilità riduzione emissioni di gas serra
  • Certificazione ottenuta a dicembre 2007
  • Identificazione driver per il contenimento perdite SF6
  • Studio realizzato
  • Avanzamento progetto contenimento SF6 nei driver individuati Accordo per progetti congiunti con almeno una associazione ambientalista
RESPONSABILITÀ SOCIALE
  • MonitoraggioInsieme di azioni per individuare l'attuale stato di funzionamento di un sistema elettrico.Numero medio di disalimentazioni per utente di rete (N)Il numero medio di disalimentazioni per utente della rete direttamente connesso alla RTNè definito dalla seguente formula: Numero medio di disalimentazioni per utente= Dove la sommatoria è estesa a tutte le disalimentazioni accadute nel periodo e/o nell’anno solare e nell’area, e dove: • Ui è il numero di utenti coinvolti nella i-esima disalimentazione considerata • Utot è il numero totale degli utenti direttamente connessi alla RTN durante l’anno solare. Ui Utot n i=1 sicurezza sul lavoro ditte appaltatrici
  • Iniziative in risposta
    a criticità emerse
    da indagine
    “People Satisfaction”
    effettuata a inizio
    2007
  • Iniziative realizzate sul fronte comunicazione interna, formazione e compensation
  • Migliorato indice
    “People Satisfaction”
  • Ottenuta certificazione
    OHSAS 18001
  • Realizzazione nuove iniziative sul fronte comunicazione interna, formazione, sviluppo/compensation
tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina