Highlight : La crisi del sistema elettrico in Sicilia

LA CRISI DEL SISTEMA ELETTRICO IN SICILIA
L’indicatore di continuità “Energia non fornita – ENS”, adotta la definizione stabilita dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas e rende conto solo in parte dell’energia complessivamente non fornita, in quanto esclude i disservizi più rilevanti che dipendono in molti casi da circostanze eccezionali.
Anche l’energia non fornita complessiva ha registrato nel 2007 valori insolitamente elevati, a causa del manifestarsi di disservizi rilevanti. Tra questi rientra l’evento d’esercizio più critico dell’anno, accaduto il 26 giugno del 2007 in Sicilia. Si sono verificati, in quella occasione, guasti agli impianti di trasmissioneInfrastrutture dedicate al servizio di trasmissione dell’energia elettrica facenti parte della RTN, quali, per esempio, le linee e le stazioni di smistamento e di trasformazione., malfunzionamenti nei sistemi di distribuzioneÈ il trasporto e la trasformazione di energia elettrica su reti di distribuzione ad alta, media e bassa tensione per le consegne ai clienti finali. e indisponibilità accidentali in quelli di produzioneGenerazione di energia elettrica, comunque prodotta.. La zona di Palermo, tra le altre, ha subíto ripetute disalimentazioni. Terna ha dovuto far ricorso alla applicazione dei distacchi di carico a rotazione (PESSE) per evitare il black-out totale nell’isola. Si è trattato di una serie di eventi, in gran parte indipendenti l’uno dall’altro, che sono andati oltre la prevedibilità del “ragionevole rischio” con cui un sistema elettrico viene sviluppato, costruito ed esercito. La circostanza che ha contraddistinto l’evento è stata soprattutto la presenza di più di 500 focolai d’incendio, diffusi contemporaneamente nell’isola, che hanno reso proibitiva anche l’applicazione delle misure di contrasto.
Gli incendi boschivi hanno infatti caratterizzato l’estate 2007 al Sud e indebolito la rete di trasmissione nazionale inducendo indisponibilità di elettrodotti del 400% superiore alle medie degli anni precedenti. Al personale e alle strutture operative di Terna è stato richiesto un impegno eccezionale. Il 26 giugno ha dimostrato la buona prestazione dei sistemi di difesa messi a punto da Terna, ma anche indicato che una maggior garanzia di continuità del servizio elettrico può essere assicurata soltanto dalla realizzazione di importanti interventi di sviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete., primi fra tutti il raddoppio del collegamentoInsieme di elementi della Rete costituito dalla linea di trasmissione e dagli stalli agli estremi della stessa,inclusi i relativi organi di sezionamento circuitale. La classificazione dei collegamenti per livelli di tensioneviene effettuata facendo riferimento alla tensione nominale. La lunghezza del collegamentoè, di norma, la lunghezza della linea che costituisce il collegamento stesso. Sicilia-Continente. Nel frattempo il sistema elettrico in Sicilia è oggetto di continuo monitoraggioInsieme di azioni per individuare l'attuale stato di funzionamento di un sistema elettrico.Numero medio di disalimentazioni per utente di rete (N)Il numero medio di disalimentazioni per utente della rete direttamente connesso alla RTNè definito dalla seguente formula: Numero medio di disalimentazioni per utente= Dove la sommatoria è estesa a tutte le disalimentazioni accadute nel periodo e/o nell’anno solare e nell’area, e dove: • Ui è il numero di utenti coinvolti nella i-esima disalimentazione considerata • Utot è il numero totale degli utenti direttamente connessi alla RTN durante l’anno solare. Ui Utot n i=1 da parte del DispacciamentoÈ l’attività diretta a impartire disposizioni per l’esercizio coordinato degli impianti di produzione, della RTN, delle reti a essa connesse e dei servizi ausiliari del sistema elettrico., al fine di prevenire degradi di prestazione in tutti i segmenti: produzione, trasmissione e distribuzione.
tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina