La continuità e la qualità del servizio

Continuità e qualità del servizio rappresentano per Terna obiettivi prioritari: per gli utenti del servizio di trasmissioneAttività di trasporto e di trasformazione dell’energia elettrica sulla Rete interconnessa ad alta e altissima tensione ai fini della consegna ai clienti, ai distributori e ai destinatari dell’energia autoprodotta. e dispacciamentoÈ l’attività diretta a impartire disposizioni per l’esercizio coordinato degli impianti di produzione, della RTN, delle reti a essa connesse e dei servizi ausiliari del sistema elettrico. – e più in generale per la collettività – è importante che la fornitura del servizio elettrico avvenga senza interruzioni e che l’energia elettrica fornita abbia elevati standard qualitativi. Da tempo Terna tiene sotto controllo i principali indicatori della continuità del servizio di trasmissione, e si è posta obiettivi di miglioramento della performance. Le tabelle di seguito danno conto dei risultati raggiunti nel 2006 e nel 2007, e dei nuovi obiettivi per il 2008.

Dal 2006 Terna ha predisposto un piano per rilevare anche le caratteristiche di qualità dell’energia elettrica fornita. I parametri che Terna intende controllare riguardano, tra gli altri, la frequenzaRappresenta il numero di oscillazioni per secondo, in cui il valore di una grandezza alternata, per esempiola tensione, varia dalla polarità positiva alla polarità negativa. Si misura in Hertz (Hz)., l’ampiezza delle variazioni della tensione, i buchi di tensione.

È stata realizzata da Terna nel 2007 una campagna di misura attraverso l’impiego di 107 strumenti appositi di misura, denominati Wally, posti su impianti AAT/AT e di ulteriori 56 strumenti installati su siti degli Utenti della rete che hanno partecipato alla campagna volontaria in accordo all’art. 31.4 della delibera 250/04 dell’AEEG. I risultati della campagna 2007 sono stati analizzati e, con il supporto del CESI, sono serviti a formulare all’Autorità una proposta di indicatori di qualità della tensione. I dati elementari e aggregati sono stati infine resi disponibili, via web mediante l’applicativo denominato Monique, a tutti gli Utenti partecipanti alla campagna e all’Autorità stessa. La campagna di misura proseguirà anche nell’anno 2008 per individuare meglio le grandezze elettriche di riferimento.

I risultati di questa estesa campagna di misura costituiranno la base per le regole di progettazione degli impianti volti a ridurre i disturbi della tensione e a migliorare il funzionamento del servizio elettrico.

Highlight: La crisi del sistema elettrico in Sicilia

INDICATORE DI DISPONIBILITÀ (DISPONIBILITÀ REALE ELEMENTI DI RETE - ASA)

INDICATORE DI DISPONIBILITÀ (DISPONIBILITÀ REALE ELEMENTI DI RETE - ASA)

ASA - Average System Availability
Definisce la disponibilità media all’utilizzo dei componenti della rete elettricaInsieme di impianti, linee e stazioni per la movimentazione di energia elettrica e la fornitura dei necessari servizi ausiliari. in un certo periodo. Tale indice può essere espresso con riferimento a classi specifiche (per esempio, per livello di tensione), ad aree di rete o, come in questo caso, all’intera RTN. La performance conseguita nell’anno 2007 è in linea con il target di riferimento.

INDICATORE DI CONTINUITA' - SAIFI + MAIFI

Image

SAIFI + MAIFI - Short Average Interruption Frequency Index + Medium Average Interruption Frequency Index
È un indice di frequenza delle disalimentazioni, calcolato come rapporto tra numero di clientiLe imprese o società di distribuzione, gli acquirenti grossisti e gli acquirenti finali di energia elettrica. coinvolti nelle disalimentazioni brevi (inferiori a 3 minuti) e lunghe (superiori a 3 minuti) e numero di utenti della Rete di Trasmissione Nazionale. Dato arrotondato alla seconda cifra decimale. La performance conseguita nell’anno 2007 è in linea con il target di riferimento.

INDICATORE DI CONTINUITÀ DEL SISTEMA (AVERAGE INTERRUPTION TIME - AIT)

INDICATORE DI CONTINUITÀ DEL SISTEMA (AVERAGE INTERRUPTION TIME - AIT)

AIT - Average Interruption Time
Tempo medio di interruzioneCondizione nella quale la tensione ai terminali di consegna dell'energia elettrica per un utenteè inferiore all’1% della tensione nominale. dell’alimentazione del sistema elettrico (RTN) in un anno. È calcolato come rapporto tra l’energia non fornita in un certo periodo (valore ENS) e la potenza media assorbita dal sistema elettrico nel periodo considerato. Dato arrotondato alla seconda cifra decimale. La performance conseguita nell’anno 2007 è in linea con il target di riferimento.

INDICATORE DI CONTINUITÀ (ENERGIA NON FORNITA - ENS )

Image

ENS - Energy Not Supplied
Energia non fornita per disalimentazioni sulla RTN nel periodo, per cause attribuibili a Terna.
Dati approssimati all’unità. In attuazione di quanto previsto dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas nella Delibera AEEG n° 250/04, n° 79/05 e successive, a partire dall'anno 2006, dal calcolo di ENS sono esclusi gli Incidenti Rilevanti (incidente che comporta una disalimentazioneInterruzione. con energia non fornita superiore a 150 MWh e con una durata superiore a 30 minuti, secondo la definizione di Incidente Rilevante in vigore fino al 31.12.2007 e definita nel periodo regolatorio 2004-2007). I dati degli anni precedenti sono stati ricalcolati secondo la medesima modalità. La performance conseguita nell’anno 2007 non ha rispettato il target di riferimento. Hanno inciso in maniera significativa le disalimentazioni occorse nei due eventi di seguito riportati:
  • Area Territoriale di Milano, 05.03.2007: disalimentazione che ha coinvolto il Cliente AIR Liquide VR a seguito del fuori servizio per guastoCedimento di un componente elettrico o condizione di pericolo per persone o cose, che determinal’immediata messa fuori servizio di un elemento della Rete. Il guasto può essere: • transitorio, quando viene eliminato dalle sequenze automatiche di apertura e richiusura dei dispositivi di interruzione; • permanente, in tutti gli altri casi. della linea 220 kV(kilovolt=1.000 Volt) unità di misura della tensione. Marcaria – Bussolengo;
  • Area Territoriale di Firenze, 12.02.2007: disalimentazione di Utenti AT nelle province di Grosseto e Livorno a seguito di guasto in stazione elettricaComplesso di apparecchiature, concentrate e chiuse in un ben determinato sito, utilizzate sia per ripartirel’energia elettrica tra le linee di una rete, sia per trasferire l’energia elettrica tra reti a tensioni diverse, sia per trasformare l’energia elettrica alla più bassa tensione utilizzabile dall’utente. di Suvereto.

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina