EN-29

Impatti ambientali significativi del trasporto di prodotti e beni/materiali utilizzati per l’attività dell’organizzazione e per gli spostamenti del personale

I principali dati disponibili riguardano le flotte di autoveicoli aziendali. Sia in Italia sia in Brasile, il parco auto della società – utilizzato principalmente per ispezione sulle linee e per lavori e riparazione di guasti – non è concentrato in poche località, ma impiegato su un territorio vasto. Non vi è dunque un problema di impatto su specifiche aree, ma un generico effetto di inquinamento. Il principale intervento per la riduzione dell’impatto del trasporto sull’ambiente consiste nell’ammodernamento del parco auto e nella scrupolosa manutenzioneOperazioni e interventi finalizzati al mantenimento o al ripristino dell’efficienza e del buon funzionamento degli impianti elettrici, tenuto conto dell’eventuale decadimento delle prestazioni..

Italia

A fine anno 2007, il parco auto di Terna S.p.A. risulta composto da 1.502 automezzi, di cui:

  • 1.106 autovetture di vari modelli destinate soprattutto a spostamenti di personale per manutenzione, interventi d’urgenza e ispezione delle linee;
  • 80 furgoni;
  • 20 fuoristrada;
  • 296 mezzi speciali (carri gru, piattaforme aeree, cestelli ecc.).

Nel corso dell’anno è stato realizzato un importante ricambio di automezzi: mezzi obsoleti e inquinanti, risalenti in parte agli anni Novanta, sono stati sostituiti con mezzi nuovi e meno inquinanti. In particolare, sono entrate in servizio 635 auto Euro 4, che hanno rimpiazzato 599 auto di categoria Euro 0. Poiché le autovetture sono quotidianamente impiegate per ispezioni sulle linee e per raggiungere impianti che necessitano di riparazioni urgenti, l’impatto ambientale del loro utilizzo risulta significativamente diminuito.

A fine 2007 la situazione era così articolata:

  • 9 auto ibride;
  • 949 autovetture di categoria Euro 4;
  • 148 autovetture di categoria Euro 3;
  • 80 furgoni e 20 fuoristrada di categoria Euro 2 o inferiore;
  • 296 mezzi speciali di categoria Euro 2 o inferiore.

Nel 2007 si è avviata la rilevazione dei viaggi aerei per lavoro dei dipendenti di Terna S.p.A. I dati, parzialmente stimati, danno conto di circa 15.200 tratte aeree, di cui circa 1.000 internazionali. Per i voli nazionali la tratta più frequente è Roma-Milano; per i voli internazionali le tratte più frequenti sono Roma-Bruxelles e Roma-Rio de Janerio.

Brasile

Terna Participações dispone di un parco auto di 54 mezzi. Il dato è riferito a fine 2007 ed è il risultato del censimento dei mezzi di proprietà.

Si distinguono tre categorie:

  • grande cilindrata: 10 mezzi;
  • media cilindrata (tra 2.000 cc e 3.000 cc): 25 mezzi;
  • piccola cilindrata: 19 mezzi.

In relazione al tipo di combustibile utilizzato, si contano 30 automezzi diesel e 24 a benzina.

Tutti i mezzi sono sottoposti a revisione periodica conformemente alle procedure di manutenzione e in linea con gli standard di sicurezza richiesti.

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina