SO2

Percentuale e numero di divisioni interne monitorate per rischi legati alla corruzione.


Il Gruppo Terna (100% delle direzioni centrali e delle società controllate) nel periodo 2005-2007 è stato
esaminato dall’Audit in relazione a tutti i rischi aziendali, inclusi quelli relativi alla corruzione.

Questa attività ha prodotto i seguenti rapporti:

  • Rapporti specifici di Audit su Terna S.p.A. e sulle controllate;
  • Risk assessment di Terna S.p.A:
  • ai fini del Modello Organizzativo 231 (vedi Glossario), aggiornato nel 2004 per la quotazione in Borsa, nel 2005 in vista dell’integrazione del ramo d’azienda dell’ex GRTN ora GSE, nel 2006 per la nuova struttura organizzativa post integrazione e per cambiamenti normativi e nel 2007 (conclusione a inizio 2008) per ulteriori cambiamenti normativi;
  • risk assessment societario (aggiornato annualmente dal 2004, anno della quotazione)
  • Rapporto annuale di controllo su Terna S.p.A. previsto dal Modello 231Il Modello 231 prende il nome dal Decreto Legislativo 231 del 2001, che impone una responsabilità alle imprese per alcuni reati commessi da amministratori, dipendenti o collaboratori nell’interesse o a vantaggio delle imprese stesse. Il Modello è un insieme di linee guida, procedure, impegni formativi e meccanismi di controllo orientati alla prevenzione del rischio di commissione di particolari reati (per es., reati di corruzione di pubblici amministratori, reati societari, reati contro la personalità individuale, reati di market abuse). Di fatto, si configura come un sistema integrato di prevenzione di specifici rischi; se articolato secondo le indicazioni della legge, tale sistema (“Modello 231”) può anche evitare all’azienda sanzioni – o ridurne l’entità – nel caso in cui vengano comunque commessi i reati previsti., teso alla prevenzione dei reati societari così come alla prevenzione della corruzione di pubblici ufficiali.


Nel 2007 (attività conclusasi nel primo semestre 2008) è stata effettuata la mappatura dei processi a rischio corruzione presso tutte le direzioni delle società controllate RTL e Terna Participações al fine
dell’implementazione del Modello 231 di cui è prevista l’estensione alle società controllate con sede legale in Italia e all’estero.

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina