Pratiche di lavoro e condizioni di lavoro adeguate

Il ruolo delle risorse umane nelle attività di Terna è cruciale. È infatti nelle persone che vivono le competenze tecniche distintive, spesso rare o uniche nel settore elettrico, che consentono a Terna di svolgere le proprie attività efficacemente, con alti livelli di professionalità ed efficienza operativa, e di affrontare i cambiamenti richiesti dalle modifiche di contesto e dall’attuazione delle strategie aziendali. L’attenzione al rinnovamento di queste competenze costituisce un elemento fondamentale dell’approccio gestionale di Terna verso le risorse umane. Un secondo elemento, altrettanto rilevante, è l’attenzione per la sicurezza sul lavoro, acuita dal fatto
che molte attività operative sono connotate da rischi particolari, come il lavoro a molti metri di altezza dal suolo e gli interventi di manutenzioneOperazioni e interventi finalizzati al mantenimento o al ripristino dell’efficienza e del buon funzionamento degli impianti elettrici, tenuto conto dell’eventuale decadimento delle prestazioni. su linee in tensione.
La rilevanza di questi aspetti ha dato luogo nel corso del tempo, nelle attività di Terna in Italia, a un approccio caratterizzato da:

  • attenzione per sicurezza, per garantire l’integrità fisica del personale;
  • investimenti in formazione e sviluppoGli interventi sulla Rete elettrica che comportano un adeguamento o un potenziamento della capacità di trasporto, trasformazione, connessione e interconnessione, ovvero un incremento della flessibilità operativa della Rete o una dismissione di elementi della Rete., per assicurare all’Azienda e alle persone la possibilità di crescere;
  • politiche retributive e di welfare indirizzate ad allineare le prestazioni individuali con gli obiettivi aziendali e a fornire ai dipendenti e alle loro famiglie sicurezza economica. In termini di confronto, il trattamento dei dipendenti di Terna appare, come nelle altre grandi società del settore elettrico, sostanzialmente migliore di quello medio italiano.

Questo approccio di fondo caratterizza anche gli orientamenti di gestione delle società controllate in Brasile, alle quali si vanno gradualmente estendendo – nel rispetto delle differenze culturali, organizzative e sociali – anche le politiche e gli strumenti di gestione adottati in Italia.

La responsabilità delle politiche e della gestione del personale è affidata alla Direzione Risorse Umane e al rispettivo Direttore. Gli aspetti di safety sono di responsabilità della Direzione Sicurezza aziendale.

All’inizio del 2008 è stata ripetuta l’indagine di “People Satisfaction” effettuata per la prima volta nel 2007 come strumento di monitoraggioInsieme di azioni per individuare l'attuale stato di funzionamento di un sistema elettrico.Numero medio di disalimentazioni per utente di rete (N)Il numero medio di disalimentazioni per utente della rete direttamente connesso alla RTNè definito dalla seguente formula: Numero medio di disalimentazioni per utente= Dove la sommatoria è estesa a tutte le disalimentazioni accadute nel periodo e/o nell’anno solare e nell’area, e dove: • Ui è il numero di utenti coinvolti nella i-esima disalimentazione considerata • Utot è il numero totale degli utenti direttamente connessi alla RTN durante l’anno solare. Ui Utot n i=1 interno e di verifica per i programmi di formazione, sviluppo e comunicazione interna.

I seguenti paragrafi illustrano le modalità gestionali di Terna in Italia in maggiore dettaglio.


Sviluppo del capitale umano

Oltre a quanto già illustrato, si rimanda all’indicatore G3 LA10 e agli approfondimenti “Mirare all’eccellenza: la politica e la gestione delle risorse umane” e “Formazione” per i risultati del 2007 e gli obiettivi di gestione. A conferma della rilevanza delle competenze tecniche e dell’elevata professionalità del personale di Terna, si riportano i dati sulla composizione dei dipendenti per titolo di studio, che mostrano un incremento del peso del personale laureato e diplomato nel triennio 2005-2007.

COMPOSIZIONE DEL PERSONALE PER TITOLI DI STUDIO - ITALIA

200720062005
Laurea
16%15%13%
Diploma Scuola Media Superiore
44%43%43%
Qualifica Professionale
17%18%18%
Scuola Elementare/Media
23%24%26%

Sicurezza sul lavoro

La garanzia di sicurezza e affidabilitàLa combinazione di due condizioni:• disponibilità: idoneità a far fronte staticamente e in ogni istante alle richieste globali di potenza ed energia elettrica dei clienti nei punti di connessione, tenendo in conto i fuori servizio programmati e forzati dei componenti del sistema elettrico; • sicurezza: idoneità ad affrontare i disturbi improvvisi come cortocircuiti o perdita forzata di componenti del sistema elettrico. Tale aspetto considera quindi proprio gli effetti delle transizioni non affrontate con il precedente criterio. della rete passa attraverso la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Terna ha una lunga tradizione nello sviluppare e utilizzare misure di prevenzione del rischio di infortunio. Esse corrispondono all’individuazione dei rischi, alla meticolosa prescrizione dei metodi di lavoro in sicurezza, alla formazione costante e al controllo che siano scrupolosamente osservate le misure di sicurezza al momento di effettuare i lavori. Le misure preventive riguardano in particolare l’esposizione ai campi elettromagnetici e i rischi di elettrocuzioneFenomeno conosciuto come“scossa” elettrica, provocato dal contatto tra un corpo e una corrente elettrica. Può provocare effetti nocivi e/o letali sull’organismo a seconda dell’intensità della corrente e del tempo di esposizione. e di caduta dall’alto. Su questi aspetti Terna adotta, e costantemente migliora, metodi di lavoro e standard di sicurezza atti a salvaguardare la salute e l’integrità fisica del personale, utilizzando soprattutto norme di buona tecnica. Gli elementi che però contraddistingue un’efficace prevenzione rimangono il comportamento e il senso di responsabilità degli operai, sui quali hanno un peso significativo la formazione, l’informazione e la vigilanza. La formazione aiuta a rendere propria una cultura della prevenzione; l’informazione rende tutti partecipi, anche se non coinvolti in prima persona, dei problemi legati alla sicurezza. La vigilanza evita che la prevenzione sia vanificata da abitudini di lavoro che derogano, anche su piccoli dettagli operativi, dal comportamento di sicurezza. Inoltre, nel 2007 sono stati effettuati 2.502 accertamenti sanitari preventivi.

La costante attenzione di Terna e la ricerca del miglioramento continuo hanno condotto all’ottenimento, a dicembre 2007, della Certificazione OHSAS 18001 per il sistema di gestione della sicurezza sul lavoro e della tutela della salute.
L’attenzione per la sicurezza si estende ai dipendenti delle ditte appaltatrici. Sono stati predisposti corsi specialistici di 32 ore per le diverse figure professionali che operano in cantiere, che prevedono la formazione sulle normative di legge e aziendali ai fini della sicurezza, salvaguardia del patrimonio e dell’ambiente; tali corsi devono obbligatoriamente essere seguiti – presso istituti selezionati e certificati SINCERT – per poter eseguire lavori nei cantieri di realizzazione di linee elettriche di Terna.


Relazioni industriali

Il tasso di sindacalizzazione di Terna S.p.A. si attesta, nell’anno 2007 a un livello elevato (66,5%) rispetto alla media, anche se in contrazione rispetto al 2006 (68,8%) e al 2005 (70,3%). L’adesione al sindacato è concentrata nelle sigle maggiori; ciò determina l’assenza di fenomeni di frammentazione nella rappresentanza sindacale e costituisce la condizione per un sistema relazionale di alto profilo. Le relazioni industriali all’interno della Società si fondano sul coinvolgimento – ferma restando la distinzione dei ruoli e delle responsabilità – delle Organizzazioni Sindacali nei principali aspetti della vita aziendale, dalle analisi degli orientamenti strategici al confronto su eventuali problematiche emerse sul territorio. Il Protocollo sul sistema di relazioni industriali costituisce l’intesa base per le relazioni con le Organizzazioni Sindacali di settore, e definisce un sistema di relazioni e di assetti articolato su contrattazione, confronto, consultazione e informazione preventivi e/o periodici.
La gestione del Protocollo di relazioni industriali ha permesso di sviluppare e consolidare un’efficace rete di rapporti tra le parti a tutti i livelli, consentendo di governare processi di cambiamento di rilevante interesse aziendale. A tutti i dipendenti si applica un contratto collettivo di lavoro.
Nel rapporto con le Organizzazioni Sindacali di settore trova origine anche la regolamentazione delle prestazioni indispensabili da fornire, in caso di sciopero, per garantire la continuità del servizio. In Terna trova applicazione l’Accordo Sindacale Nazionale 12 novembre 1991, attuativo della Legge 12 giugno 1990, n. 146, recante norme sull'esercizioUtilizzazione metodica degli impianti di potenza e accessori secondo procedure codificate in attuazionedelle determinazioni della gestione della Rete. Dell’esercizio fanno parte: • la conduzione degli impianti per l’attuazione delle manovre ordinate da Terna e delle consegne autonome; • il pronto intervento a seguito di guasto o anomalia; • le manovre per la messa fuori servizio e in sicurezza degli impianti; • il monitoraggiodello stato degli impianti; • le ispezioni sugli impianti. del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali e convalidato dalla Commissione di garanzia per l'attuazione della legge stessa.
Il sopra citato accordo dispone tra l'altro che è in ogni caso esentato dallo sciopero il personale indispensabile al mantenimento del servizio e addetto alla programmazioneDefinizione dei piani di utilizzo, in un determinato orizzonte temporale, dei mezzi di produzione e trasmissionedisponibili, al fine di soddisfare il fabbisogno energetico nel rispetto della qualità e continuità del servizio. a breve termine, all'esercizio e alla manutenzione del sistema di produzioneGenerazione di energia elettrica, comunque prodotta. e trasmissioneAttività di trasporto e di trasformazione dell’energia elettrica sulla Rete interconnessa ad alta e altissima tensione ai fini della consegna ai clienti, ai distributori e ai destinatari dell’energia autoprodotta.. In relazione a tali previsioni, in Terna sono in ogni caso esentati dallo sciopero i turnisti del Centro Nazionale di Controllo, dei Servizi di Rete e Piani di Produzione, dei Centri di Ripartizione, dei Centri di Teleconduzione Impianti.
Relativamente al personale reperibile, l'accordo in esame stabilisce che quest'ultimo, pur avendo diritto di sospendere la normale prestazione durante lo sciopero, ha l'obbligo di assicurare la reperibilità estendendola al periodo orario dello sciopero stesso.
Purché proclamato nel rispetto delle previsioni di legge e contrattuali, non esistono limitazioni nell'esercizio del diritto di sciopero per il restante personale Terna.
Va infine pecisato che, relativamente a taluni aspetti applicativi di quanto previsto dalla Legge 12 giugno 1990, n. 146 – come modificata dalla Legge 11 aprile 2000, n. 83 – il CCNL 18 luglio 2006 detta la disciplina in tema di Procedure di raffreddamento e conciliazione.
Nella seconda parte del 2007 l’attività di relazioni industriali è stata caratterizzata proprio dal negoziato per il rinnovo del biennio economico del Contratto Collettivo Nazionale (CCNL), per i lavoratori addetti al settore elettrico, relativo al periodo dal 1° luglio 2007 al 30 giugno 2009. L’accordo del 18 dicembre 2007 – sottoscritto per parte datoriale anche da Terna S.p.A. insieme ad Assoelettrica, Federutility, Enel S.p.A., GSE S.p.A. e Sogin S.p.A. – prevede un aumento medio dei minimi contrattuali mensili di 116 euro a regime, con corresponsione di un importo una tantum pari a euro 400 medi. L’accordo prevede inoltre che dal 1° gennaio 2009 le aziende verseranno ai Fondi di Previdenza Complementare operanti nel settore (Fopen, per Terna) un importo aggiuntivo in misura fissa pari a euro 3 per ogni mensilità, per ogni lavoratore dipendente iscritto ai predetti Fondi.
Per quanto riguarda la contrattazione aziendale, il 17 maggio 2007 è stato sottoscritto con le Segreterie Sindacali nazionali il verbale di accordo con cui sono stati definiti gli stanziamenti da destinare per gli anni 2007 e 2008 al Premio di risultato. Lo stanziamento complessivo, che per l’anno 2006 era pari a euro 1.330 medi, passa a euro 1.430 per il 2007 (con riferimento, cioè, ai risultati 2006) e a euro 1.550 per l’anno 2008 (con riferimento ai risultati 2007).

Diversità e pari opportunità


Terna adotta sistemi di selezione del personale e di incentivazione, che riconoscono e premiano il merito e la performance individuale indipendentemente da altri fattori personali. Qualsiasi forma di discriminazione, a partire dalla selezione per l’inserimento in Azienda, è esplicitamente vietata dal Codice EticoÈ spesso definito “Carta istituzionale dell’impresa”, in quanto rappresenta il fondamento della sua cultura e rende esplicito l’insieme dei diritti e doveri e le aree di responsabilità che l’impresa si impegna a rispettare nei confronti dei suoi stakeholder; è un documento ufficiale, sottoscritto dal CdA, che richiede il rispetto di tutti i collaboratori. di Gruppo.
In Italia, i dipendenti sono tutti di nazionalità italiana; anche in Brasile i dipendenti sono tutti locali, al netto di alcuni espatriati italiani.
Quanto all’incidenza dell’occupazione femminile, il Gruppo, in particolar modo in Italia, rimane caratterizzato da una prevalenza di uomini, legata a una tradizionale scarsità di donne nelle professioni più tecniche.
La presenza delle donne nel Gruppo è però in crescita: è passata dal 9,2% al 10,2% tra il 2005 e il 2007.
La crescita interessa anche le posizioni manageriali di più elevata qualifica e responsabilità. In Italia, nel corso dell’esercizio 2007 la percentuale delle donne assunte in ruoli manageriali e impiegatizi sul totale dei neoassunti si è attestata al 20%, un livello molto superiore all’incidenza delle donne già presenti in Azienda in tali categorie.
Si conferma quindi anche nel 2007 la tendenza all’aumento della presenza femminile in Terna, anche come riflesso della maggior partecipazione al lavoro delle donne e del loro crescente livello di scolarizzazione.
Alcuni trattamenti migliorativi delle disposizioni di legge, previsti dal contratto collettivo di settore, contribuiscono a favorire la tendenza in atto. Per esempio, Terna offre un’indennità di maternità superiore a quella di legge sia nel periodo di astensione obbligatoria dal lavoro (100% dell’ultima retribuzione anziché 80%), sia nel periodo di astensione facoltativa (45% nel primo mese, 40% nel secondo e nel terzo e 30% per i successivi tre mesi, contro il 30% per 6 mesi).

Occupazione

Il personale di Terna è in crescita sia in Italia sia in Brasile. Benché questo effetto rifletta, in particolare in Italia, soprattutto le acquisizioni di altre aziende con relativo personale, non si sono registrate in passato né si prevedono ora problemi di riduzione di organici. La ricerca di efficienza operativa non poggia sulla riduzione del personale con azioni dirette, ma sul rimpiazzo solo parziale del personale che termina il rapporto di lavoro per pensionamento.
Nel 2007 il Brasile ha dato avvio a un processo di internalizzazione delle operazioni di manutenzione svolte in outsourcing.

Comunicazione interna

Terna riconosce il ruolo fondamentale della comunicazione interna per favorire lo scambio di informazioni,
creare integrazione, favorire il lavoro di squadra, accelerare i processi. In questo senso, i risultati dell’indagine di clima “People Satisfaction 2007” hanno rinforzato l’impegno a mettere a punto nuovi strumenti che sostenessero lo sviluppo di quest’area. È stato così lanciato il Teambriefing, un documento periodico alimentato da tutte le Direzioni che dà conto delle ultime novità (attività, programmi, procedure) e il cui contenuto viene condiviso con una serie di riunioni “a cascata” organizzate a partire dai Direttori con le loro persone. Allo stesso modo, la convention annuale “We:Me”, la cui seconda edizione ha visto la partecipazione corale di numerose direzioni sul palco, ha avuto parte nel mettere in luce l’importanza dello scambio di informazioni e del lavoro di squadra. Il lancio della nuova Intranet “InTERNAmente” ha chiuso il cerchio, coinvolgendo, per la sua messa a punto e alimentazione, colleghi di tutte le Direzioni. L’anno nuovo ha confermato con ancora maggiore enfasi l’impegno intrapreso: è in fase di partenza la prima newsletter aziendale, “Terna News”, alla quale collaborano tutte le Direzioni tramite un “corrispondente” nominato all’interno della Direzione stessa e sono in programma iniziative di coinvolgimento con l’obiettivo di rinsaldare il senso di appartenenza e la condivisione dei valori aziendali.

tools invia un commento alla pagina aggiungi ai preferiti segnala ad un amico scarica il pdf vai al mio basket Aggiungi al mio basket stampa la pagina
Leggi la pagina